La ricostruzione di palazzo Lampedusa

Non tutti sanno dove sia Casa Lampedusa, il palazzo in cui l’autore siciliano è nato, nel 1896. Nel 1943 rimase in macerie dopo i bombardamenti della Seconda guerra mondiale e da allora non è più stata ricostruita. I Ricordi d’infanzia sono una testimonianza letteraria della malinconia di Tomasi di Lampedusa per la perdita della casa natale; in quelle pagine l’autore parla soprattutto dei luoghi della sua infanzia. Molti di questi luoghi andarono perduti per varie ragioni, ciò contribuì ad alimentare la sua malinconia per la perdita dei ricordi legati all’infanzia; a tutto questo si aggiunse la sensazione di aver perso lo status di nobile che aveva conosciuto per tutta la sua giovinezza. La perdita dei luoghi cari si associa a quella della propria identità sociale.

Dopo settant’anni le macerie di Casa Lampedusa hanno nuova vita. Gli architetti dello Studio PL5 di Palermo, dopo attenti studi filologici e ricerche sul palazzo, hanno condotto la ricostruzione dell’edificio, impegnandosi a conservare il più possibile di ciò che rimaneva della dimora del principe. La riedificazione ha avuto luogo grazie a finanziamenti privati, nessun contributo è stato versato da enti pubblici.

Tutti gli appartamenti di palazzo Lampedusa sono stati venduti a privati. Quello che dovrebbe essere un patrimonio comune, in ricordo del più grande autore palermitano, sarà appannaggio di poche fortunate famiglie che hanno acquistato gli appartamenti a più di 200.000 euro l’uno.

La speranza è che venga riservato uno di questi ambienti alla memoria dell’autore, uno spazio in cui poter raccontare la storia della sua casa natale, dove poter raccogliere materiale su di lui (attualmente non esiste uno spazio simile, il Parco Letterario a lui dedicato ha chiuso), un luogo in cui poter organizzare eventi culturali e visite guidate per i luoghi della sua città.

Di seguito si segnalano alcuni link sulla ricostruzione:

Amo Palermo

Mobilita Palermo

Repubblica Palermo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...